Migliorare le politiche dello sport.
A Noale si può!

Sport

Lo sport è uno strumento di coesione sociale, fa bene alla salute di tutti e accomuna tutte le classi sociali, pertanto il comune deve sostenere ed incoraggiare le iniziative delle associazioni sportive.


In un passo del libro bianco della Commissione della Comunità Europea (Bruxelles, 11.7.2007) si legge che: “Lo sport ha una forte attrattiva per i cittadini europei, la maggioranza dei quali pratica con regolarità un’attività sportiva. Esso è anche fonte di valori importanti come lo spirito di gruppo, la solidarietà, la tolleranza e la correttezza e contribuisce così allo sviluppo e alla realizzazione personali. Lo sport inoltre promuove il contributo attivo dei cittadini dell’UE alla società, aiutando in tal modo a rafforzare la cittadinanza attiva.”

E’ noto che l’educazione sportiva utilizzata come strumento di coesione sociale, di miglioramento della salute e della qualità della vita dei cittadini è un’opportunità unica per far crescere una comunità. Per questo motivo è sempre più importante che le associazioni sportive siano sostenute – non si tratta solo di soldi! – e incoraggiate dall’amministrazione perché si creino occasioni di incontro tra i cittadini e si strutturi un dialogo costante anche con l’associazionismo che opera nel terzo settore sui temi della solidarietà.

Recentemente, poi, abbiamo assistito anche a Noale a un cambio di passo: un tempo, passate la battuta, i nostri nonni dicevano: “Dove coreo queo là che nessun ghe core drio!”. Oggi invece vediamo, per esempio lungo via San Dono, via Bigolo o via Ferrara numerosi camminatori e podisti di tutte le età. Intercettare queste persone che hanno a cuore la salute e la bellezza della natura significa comprendere i bisogni di un paese che si evolve e valorizzare una parte potenzialmente attiva della cittadinanza. Sarebbe auspicabile una progettualità ragionata per favorire un corretto stile di vita e per migliorare le condizioni dell’ambiente in cui viviamo proprio contando sull’esperienza e la passione delle nostre associazioni sportive.

La capacità di leggere le esigenze dei cittadini si misura attraverso le scelte in concreto operate dall’amministrazione: questa ad esempio, nell’ambito delle politiche dello sport, ha avuto l’infelice idea  di investire oltre € 400.000,00 per un campo di calcio in erba sintetica che è tuttora non a norma e non può essere utilizzato dai giovani e giovanissimi – oltre 140 atleti – che a Noale hanno bisogno di un luogo idoneo dove allenarsi.

In definitiva, scelte e priorità vanno dunque modificate a beneficio di tutti!
#noalesialcentro #sport #salute